+39 02 31 32 36 info@studiocassinis.com

Nuova deducibilità per formazione e aggiornamento

Le spese per la formazione deducibili fino a 10mila euro: a partire dal 2017 per l’aggiornamento dei professionisti è stato introdotto un “plafond” annuale. La nuova disposizione chiarisce, al di là di ogni dubbio, che i benefici fiscali scattano anche per master e corsi

La modifica normativa contenuta nell’art. 9, comma 1, del Jobs Act autonomi, prevede che dal 2017 artisti e professionisti possono dedurre integralmente, ai fini della formazione del reddito, le spese di aggiornamento professionale, comprese quelle di viaggio e soggiorno, nei limiti di 10mila euro annui.

Tale modifica normativa non specifica cosa accade ai costi che eccedono tale limite, vale a dire se vige un sistema di deducibilità parziale o di indeducibilità integrale; essendo la norma previgente completamente riscritta, è probabile che si applichi la seconda soluzione.

Mentre in passato si faceva riferimento a spese di partecipazione a convegni, congressi e simili, ora il riferimento ai fini della deducibilità comprende anche le spese di iscrizione a master ed a corsi di formazione.

Nella legge è prevista anche la deducibilità integrale entro i 5mila euro annui delle spese per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze, orientamento, ricerca e sostegno all’autoimprenditorialità. Deducibili anche gli oneri sostenuti dal professionista per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo fornita da forme assicurative o di solidarietà.

Sostituendo il secondo periodo del comma 5 dell’art. 54 Tuir, l’art. 8 della nuova Legge risolve, dal 2017, il problema che si veniva a creare quando il professionista, nell’esecuzione dell’incarico, sosteneva spese che riaddebitava analiticamente al committente: la nuova norma ha, infatti, chiarito che i limiti di deducibilità per alberghi e ristoranti non si applicano in caso di riaddebito analitico al committente, contrariamente a quanto previsto precedentemente dalla legge in materia.

 

It's only fair to share...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn