Speciale Nuova Detrazione IVA
Beatrice Masserini Nessun commento

Il Decreto Legislativo 50/2017 ha modificato gli articoli 19 (detrazione dell’imposta) e 25 (registrazione delle fatture di acquisto), D.P.R. 633/1972, sancendo che, in relazione alle fatture emesse a decorrere dal 1° gennaio 2017 (sempreché le stesse siano relative a operazioni effettuate, e la cui relativa imposta sia divenuta esigibile, a decorrere dalla medesima data):

  • il diritto alla detrazione IVA sorge nel momento in cui l’imposta diviene esigibile (cioè, il momento di effettuazione dell’operazione, ovvero il momento in cui il soggetto attivo ha emesso la fattura) ed è esercitato, al più tardi, con la dichiarazione relativa all’anno in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo
  • la fattura di acquisto va annotata anteriormente alla liquidazione periodica nella quale è esercitato il diritto alla detrazione e, comunque, entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa all’anno di ricezione della fattura e con riferimento al medesimo anno. 
Le due disposizioni sono, evidentemente, tra loro non coordinate; infatti, in relazione ad una fattura di acquisto datata 31 dicembre 2017 e ricevuta in data 4 gennaio 2018, l’articolo 19 D.P.R. 633/1972 sembrerebbe imporre la detrazione entro il 30 aprile 2018, mentre l’articolo 25 D.P.R. 633/1972 entro il 30 aprile 2019. 
L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 1/E/2018, ha fornito la chiave interpretativa con cui applicare i suddetti princìpi, sposando un criterio morbido che può evitare gran parte delle problematiche ad oggi paventate dagli operatori.

Tutti i dettagli sono contenuti nel nostro Speciale Nuova detrazione Iva.